Benvenuti nella sezione dello Shoujo Manga Outline dedicata a "BLUE" di Kiriko Nananan.  
A cura di Deda (review) ed Emy (grafica e html). Vi ricordiamo che prima di riprodurre immagini, testi o html presenti in questo sito e' necessario chiedere il permesso. E' inoltre vietato linkare direttamente le immagini su forum o altro.

 Info
Titolo: BLUE 
Autrice: Kiriko Nananan
魚喃キリコ
Cover Originale Cover francese

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 1-concluso
Casa editrice: Magazine House
Anno di pubblicazione: 1996
Rivista di serializzazione: COMIC Are!

:: Il manga in Francia ::
Titolo: Blue
Casa editrice: Casterman, 2004
Numero di volumi: 1
Collana: Sakka, 228 pp., 11.50 euro.
Senso di lettura: orientale
ISBN: ISBN-10: 220337313X
ISBN-13: 978-2203373136.

:: Curiosità ::
Il manga è stato pubblicato anche in America nel 2006, editore Ponent Mon, Fanfare; volume unico per 232 pagine; ISBN: ISBN-10: 8493340979; ISBN-13: 978-8493340971. Cover del DVD del movieBlue è edito in Spagna da Ponent Mon e in Germania da Schreiber & Leser. In Giappone nel 2001 è stato tratto un film dal manga. La pellicola dura 116 minuti ed è diretta da Hiroshi Ando, interpretata da Mikako Ichikawa e Manami Konishi.

:: Altri manga dell'autrice recensiti dallo SMO ::
Strawberry Shortcakes
Kabocha to Mayonnaise (Everyday)
Candy no Iro wa Aka (Rouge Bonbon)
Itaitashii Love (Amours Blessantes)


 Storia

Masami e Kayoko frequentano la stessa scuola, per sole ragazze, in una tranquilla cittadina sul mare giapponese. Kayoko ha le sue amicizie ma è molto riservata, vive osservando la vita da un solo punto di vista, il proprio, e difficilmente riesce a mettersi nei panni altrui. Questa sua mancanza di empatia viene scossa dalla comparsa della misteriosa Masami, che l'anno precedente aveva dovuto lasciare la scuola per ragioni personali e di salute, e che si trova circondata da più pettegolezzo di quanto non vorrebbe, per non parlare del fatto che anche gli insegnanti sembrano avere pregiudizi nei suoi confronti. Kayoko, incuriosita, si avvicina sempre di più a Masami... una curiosità che diventa compulsiva e poi ossessiva.
Il rapporto tra le due muta e nasce un'amicizia/assuefazione che le porta a provare emozioni che, sotto sotto, sono un qualcosa di più.
Un bizzarro equivoco porta finalmente Kayoko a comprendere che esistono varie forme di dolore, portate da sentimenti negativi e positivi, e molti degli atteggiamenti prima del tutto incomprensibili delle sue amiche adesso le paiono chiari. Con onestà affronta la sua ex-migliore amica, con la quale aveva avuto uno screzio a causa di Masami, per riportare le cose, se non come prima, a un livello molto simile eppure con qualche miglioria - la maggiore comprensione di quest'ultima.
Risolti i problemi con le amiche, Kayoko deve quindi risolvere i problemi con Masami stessa. La verità sul misterioso passato di Masami finalmente viene svelata, il rapporto tra le due non si incrina ma muta e si approfondisce. Tuttavia è la vita a dettare legge e a riportare le ragazze nel mondo reale: scelte di vita per il futuro, sogni e anche la sola accettazione di sé portano Masami a spingere Kayoko verso un avvenire agognato, anche se lontano da lei.
Laddove Kayoko vorrebbe egoisticamente e capricciosamente sacrificare tutto pur di lasciare il tempo immutato, Masami agisce con maturità e accetta il dolore, le convenzioni sociali, si fa carico della scelta più dolente e le due infine si separano, facendo tesoro del tempo trascorso insieme.

 

 Considerazioni
Blue è un'opera giovanile della Nananan, alla ricerca di un linguaggio proprio che poi diventerà il suo trademark. A volte è molto lenta e pare carente nelle inquadrature ripetitive ma è anche vero che la fissazione di Kayoko per la bocca di Masami è l'inquadratura più ricorrente e aiuta a convertire quel senso di ossessione e compulsività che spinge la ragazza verso l'altra. E' anche un segno della sua personalità interiore: il non riuscire a guardarla negli occhi ma fissare solo le sue labbra oppure il guardare solo alcuni particolari del suo volto e guardarle gli occhi solo quando lei osserva altrove.
Le pagine sono minimaliste e semplici, senza troppi sfondi, addirittura ci sono transizioni fatte usando semplici pannelli bianchi, decorati di suoni e di parole, lettere d'amore, pensieri intimi.
Non è decisamente un fumetto main stream e in assoluto non è la Nananan al suo apice ma già in nuce si vedono le sue caratteristiche più salienti e il suo stile narrativo che prende forma sempre più. E' un volume intimista ma che non prende le parti dei personaggi. Il comportamento stesso di Kayoko nei confronti di Masami potrebbe essere giudicato come ossessivo e possessivo ma la Nananan lascia che la storia scorra, mostrando aspetti positivi e negativi dei personaggi in maniera quasi naturalista, con distacco e senza giudizio alcuno da parte della narrazione.
Masami e Kayoko possono quindi risultare simpatiche o antipatiche a seconda del gusto personale e tuttavia si sentono le loro emozioni profonde trasparire e anche se non si trova un legame diretto coi personaggi forse è l'emozione ad aleggiare sul tutto.
Non è un fumetto che richieda grande empatia o riflessioni di sorta, si pone come un semplice spaccato quotidiano su una storia che semplice potrebbe non essere e le cui difficoltà portano a un'inevitabile conclusione.
Non l'opera migliore dell'autrice ma decisamente un buon inizio per la sua strepitosa carriera.
 
This page is part of Shoujo Manga Outline | Online since 18/01/2009, last up 01/01/2011 |  Disclaimers |  FAQ