Benvenuti nella sezione dello Shoujo Manga Outline dedicata a "Alois" di Moto Hagio.
A cura di Marianeve (review) ed Emy (grafica e html). Vi ricordiamo che prima di riprodurre immagini, testi o html presenti in questo sito e' necessario chiedere il permesso. E' inoltre vietato linkare direttamente le immagini su forum o altro.

 Info
Titolo: Alois アロイス
Autrice:
Hagio Moto 萩尾望都
 
Cover Originale 
:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 1-concluso
Casa editrice: Hakusensha
Rivista di serializzazione: Hana to Yume
Anno di pubblicazione: 1976.

:: Altri manga dell'autrice recensiti dallo SMO ::
Siamo in undici!
A-A'
Marine
Roma e no michi
Thoma no Shinzou
Edgar e Allan Poe

 Storia

Alois e Lucas"Alois" è il titolo di una delle tante antologie che raccolgono i racconti brevi di Moto Hagio: il primo dei racconti dà il titolo alla raccolta, che conta in tutto sei storie. Qui di seguito potete leggere la sinossi dei tre racconti di maggiore estensione.
ALOIS. Lucas è un ragazzo gentile e benvoluto da tutti. Durante le vacanze lascia il collegio dove studia per tornare a casa: in quei luoghi ritrova una sua graziosa amica e il suo fratellino. Ma Lucas ha un segreto: quando è solo parla con la sua immagine riflessa nello specchio. Un'immagine che comunque risponde alle sue domande e di cui il ragazzo non può fare a meno. L'ombra in questione è il gemello morto di Lucas, Alois. Sono passati degli anni dalla sua morte eppure Alois è presente sempre e ovunque: in qualsiasi discorso il suo nome è menzionato di continuo. Nessuno degli adulti sembra accorgersi di nulla, così i giorni passano e il defunto mostra la sua vera natura. In realtà Alois è malvagio e approfitta del fatto che Lucas ancora non riesce a rassegnarsi alla sua morte. Questo suo punto debole permette ad Alois di manifestare sempre più la sua presenza oscura fino quasi a controllare ogni azione o pensiero del fratello. Dotato di questa nuova forza, il morto crea problemi anche alle persone che vivono accanto al suo gemello. Nonostante ciò tra Lucas e la sua amica nasce un dolce sentimento, ma Alois è pronto a colpire proprio quest'ultima. Il fratellino della ragazzina cade nel fiume e si ammala. I due fidanzatini vegliano l'ammalato durante la notte, ma poi si addormentano. Alois esce dal corpo del fratello ed entra nel sonno del bambino per strangolarlo. Il piccolo, credendo che si tratti di Lucas, muore invocando il suo nome. Grande dolore nella famiglia e per Lucas che capisce come sono andati realmente i fatti. Il ragazzo, esasperato dall'ultimo diverbio con Alois, spara contro la sua immagine riflessa nello specchio. I membri della casa trovano lo specchio in frantumi e il corpo privo di vita di Lucas. Durante i funerali, un attimo prima di chiudere la bara, i presenti si accorgono che il ragazzo respira ancora. Comincia il periodo della convalescenza accanto alla sua amata. Però qualcosa è cambiato nel suo atteggiamento; i suoi modi di fare non sono quelli soliti di Lucas. E il sorriso maligno che chiude questa storia inquietante lascia capire chi sia realmente il giovane… Alois.
JoseONSHITSU (La Serra). Il giovane Jose studia in un collegio; quando suo padre si risposa, il ragazzo si ritrova ad avere un fratellastro: è un bel ragazzo biondo più giovane di lui di tre anni, di nome Lange. Quando i genitori partono per la luna di miele, i due ragazzi passano l'estate in una casa di campagna. Qui, durante un giro in barca con Jose, Lange vede una serra abbandonata immersa nel verde. Jose dice che lì doveva esserci una casa ma ormai è rimasta solo la serra. Entrando all'interno vi trovano una pianta di rosa appassita. Alcuni rami secchi della rosa toccano Lange: "Ha cercato di attorcigliarsi al mio braccio" grida Lange. La pianta scende giù dal soffitto. "C'è qualcuno" esclama ancora. Ma mentre sta per dire "Chi è là?", Jose lo bacia dolcemente sulle labbra. Uscendo Jose dice che la serra è ormai sul punto di crollare. Sulla barca Lange guarda la serra. Lange: "Puoi vederlo, Jose?" Jose: "Vedere cosa ?" Lange: "Non puoi vederlo?" Jose: "Cosa intendi?" Lange osserva l'ombra vagamente umana che lo fissa intensamente. Paula, la governante, racconta che la casa era stata per lungo tempo di proprietà di una ricca famiglia e allora era pieno di fiori tutto l'anno. Un romanzo breve che Jose ha scritto viene pubblicato e lui parte per la città per comprarlo; Lange va alla serra da solo ed è confuso perché non vi trova nessuno, anche se sembrava che qualcuno lo stesse guardando. Quando sta per uscire, i rami della rosa cercano di afferrarlo ma Lange riesce a liberarsi da quello strano "abbraccio". Jose chiama Paula per dirle che tornerà il giorno successivo: Lange lo supplica di venire subito perché lui sta male, ma il ragazzo non cambia idea. LangeNella notte Lange si sente chiamare dalla serra: vi si dirige. Il giorno seguente Jose ritorna. Legge il suo romanzo ad alta voce per Lange, ma osserva che lui non l'ascolta. Oltre ad essere totalmente assente, Jose scopre che Lange esce presto tutte le mattine. Il giovane gli chiede dove va, ma lui risponde che non si reca in nessun posto. Una notte lo vede uscire e lo segue; Lange corre felice verso la serra. Jose guarda attraverso i vetri e resta scioccato: il suo amato e uno spirito della rosa fanno l'amore. Disperato il ragazzo pensa che Lange debba lasciare quel luogo prima che venga preso per sempre dallo spirito. Un giorno arrivano i compagni di scuola di Jose a fargli visita; la sera, quando tutti insieme giocano a carte, Jose dice che partiranno per la Costa azzurra. Lange vuole restare lì ma il giovane replica secco che partiranno l'indomani. Lange cerca di fuggire dalla stanza ma Jose e compagni lo bloccano. Jose sente che la serra chiama Lange; anche lui lo chiama ma il ragazzo non lo guarda più: Lange piange nel letto e sembra odiare il fratellastro. Jose pensa che è meglio così piuttosto che sia preso dallo spirito della rosa. All'alba gli amici di Jose, che avevano vegliato Lange tutta la notte, vanno a dormire. Uscendo fuori dalla casa, Jose invita Lange a raggiungerlo in giardino. MaudlineCon una mossa fulminea, Lange spinge bruscamente Jose e corre veloce verso la serra che continua a chiamarlo. Jose l'insegue ma quando giunge nella serra trova solo la maglia del ragazzo vicino alla rosa appassita. Lange è scomparso e da allora non è stato più trovato in nessun luogo. Jose ritorna in campagna qualche tempo dopo la scomparsa di Lange perché Paula gli ha spedito una lettera. La lettera dice che delle rose sono fiorite miracolosamente nella serra abbandonata. Jose chiama Lange nella serra, piena di rose.
MAUDLINE. Nel cuore della notte una bambina viene svegliata da strani rumori. Uscendo dalla sua stanza vede un'ombra fuggire nel vasto corridoio. Affacciandosi all'ampio scalone, la piccola trova il corpo privo di vita di un uomo: il morto (è suo nonno) stringe tra le mani un orologio con il cinturino rotto. L'indomani la bambina si sveglia e vive la sua giornata come se niente fosse; il ricordo della terribile notte è stato cancellato. Una sera gli abitanti della casa si accorgono che il grande orologio ai piedi dello scalone non funziona bene. Grande è la sorpresa quando trovano al suo interno un orologio col cinturino rotto. Tra i presenti c'è anche l'assassino che, in preda al panico, ha già capito chi potrebbe smascherarlo. Ma il tentativo di uccidere la bambina fallisce…

LINKS CORRELATI
Nel mitico sito di Kuniko Tomita troverete (in inglese) la sinossi di "Onshitsu" (di cui la sinossi presente in questa pagina è un'autorizzata rielaborazione) e il database completo delle opere di Moto Hagio:
MANGAYOMI
 

 Considerazioni
La raccolta "Alois" viene pubblicata nel 1976 dalla Hakusensha, tuttavia i racconti contenuti sono antecedenti a questa data. Da un'attenta analisi risulta chiaro che l'autrice predilige in modo particolare in questo volume le storie a tinte dark/gotiche e, per quello che ho potuto vedere, buona parte dei suoi racconti anni '70 sono quasi tutti dello stesso stampo. Poiché l'epoca di realizzazione varia a seconda dei racconti, anche la grafica dei medesimi varia di molto, perciò si va dallo stile semi-tezukiano di "Maudline" all'equilibrato "Alois", per arrivare al sontuoso "Onshitsu" (lungo 40 pag. circa), forse il meglio riuscito per la grafica (bellissima). Ciò non toglie che le altre due storie siano ugualmente gradevoli: la Hagio è brava nel delineare i personaggi e gli stati psicologici di ciascuno; il tutto è giocato sui primi piani dei vari protagonisti che esprimono chiaramente i propri sentimenti (paura, gioia, dolore, follia…). Nel complesso si tratta di un volumetto "appetitoso" per gli amanti delle storie soprannaturali e per chi voglia riscoprire una delle mangaka più prestigiose della vecchia guardia. "Alois" e "Onshitsu" in particolare sarebbero più che meritevoli di un'edizione italiana.
 Gallery
This page is part of Shoujo Manga Outline |  Online since 02/12/2001, last up 25/12/2011 |  Disclaimers |  FAQ