LA STORIA

A cura di Livio

La lunghezza dell'opera che recensiamo, unita alla struttura episodica che la costituisce, rende impossibile per chi scrive offrire una panoramica del manga nella sua interezza. Limiteremo questa sezione, pertanto, alla sinossi del primo volume e a un approfondimento dei personaggi principali.

Capitolo 1
Londra, aeroporto di Heathrow. Il giovane principe del regno di Marinella è in arrivo con il suo volo charter, in occasione di una visita diplomatica. Ironia della sorte, il principino è tutt'altro che...diplomatico: egli ha infatti la singolare peculiarità di prendersi gioco di tutto e di tutti, perennemente alla ricerca di nuovi scherzi, iperattivo e decisamente sopra le righe.
La visita a Londra di Patalliro dipende, in realtà, da un mistero legato ad un quadro e ad una lettera che vi è nascosta, lettera che potrebbe gettare fango sulla famiglia reale. Con la complicità del bellissimo Jada, paggio del principe, Patalliro mette in atto un piano per rubare la tela dal London Art Museum. Qualcosa però non combacia con il piano: Patalliro rischia infatti di restare ucciso sotto i proiettili delle guardie, ed il provvidenziale intervento di Bancoran, la sua affascinante guardia del corpo, gli salva la vita. Sventato il piano, Jada è costretto a confessare le sue reali intenzioni: il vero piano era quello di far crollare il regno di Marinella, coinvolgendo il principe nel furto del quadro.
Bancoran ha terminato il suo lavoro, ma ancora non sa che avrà presto modo di reincontrare il principe di Marinella...

Capitolo 2
Il sole splende sul regno di Marinella, ma il giorno è funesto: il re muore, a causa di uno scompenso cardiaco.
Patalliro torna quindi a Londra, e chiedendo la scorta di Bancoran, decide di dare la notizia a suo cugino Tatcher. La visita però porta con sé un'ennesimo attentato alla vita del principe, e l'ennesimo lavoro per la sua guardia del corpo, Bancoran. Non è ben chiaro l'assassino, né il suo obiettivo, il che genera un clima di sospetto: chi ha perso la vita è stato, infatti, un ufficiale, nel cui sangue vengono rintracciate dosi di anestetico.
Il giorno della partenza del principe viene finalmente scoperto il responsabile della cospirazione: Tatcher, cugino di Patalliro, desideroso di vendicare il trattamento riservato a sua madre dalla famiglia reale. Ma con l'intervento di Bancoran, a Tatcher non resta che la fuga, che avrà un esito tragico: perderà la vita, investito da un autista misterioso.
Si inizia a percepire la presenza di una misteriosa organizzazione che muove i fili e che sembra controllare le azioni dei personaggi che in qualche modo si inseriscono a corte e cospirano alla vita del nuovo re... e questa organizzazione (apparentemente un consorzio per il commercio di diamanti) avrà presto modo di tornare all'attacco, questa volta grazie all'ennesimo bishounen: Junior, giornalista della Bbc. Il piano è quello di far esplodere il tempio durante la cerimonia di incoronazione del nuovo re Patalliro. L'intervento di Bancoran anche questa volta si rivelerà determinante, anche se gli costerà caro uccidere Bjorn (vero nome di Junior), per il quale i suoi sentimenti stavano lentamente iniziando a cambiare. Il consorzio export internazionale di diamanti può iniziare a tremare...

Capitolo 3
Patalliro è ormai re di Marinella da oltre tre mesi, quando riceve la visita di un misterioso avvocato. La notizia è quella di un presunto fratellastro del nuovo re, cresciuto in un orfanotrofio e ignaro del suo status sociale (contrariamente ai desideri del defunto padre). Marion è il nome dell'affascinante ragazzo, e ovviamente Patalliro accoglie con sospetto e diffidenza il suo arrivo, chiedendo a Bancoran di svolgere delle indagini sul suo conto. Ma Patalliro resta scettico al riguardo, più che altro rispetto alle reali intenzioni dell'algido Marion, anche quando Bancoran lo informa che con molte probabilità Marion è realmente suo fratello. E infatti, egli verrà presto smascherato: dopo aver lentamente somministrato piccole dosi di veleno a Patalliro, il secondo passaggio è quello di uccidere lui e la sua guardia del corpo, Bancoran. Sventato l'ennesimo complotto contro la corte, Patalliro (più in forma che mai) è nuovamente pronto per tornare alla sua stramba, originale vita di sempre.

Scrivi a Livio!