12° volume (terza parte)

Kira intanto tira fuori la lettera e inizia a leggerla. Capisce che si tratta della lettera che Sei ha scritto il 29 Novembre, prima di suicidarsi.  
La sua prima reazione e' quella di andare a cercare Rei, dirgli di questa lettera... pero' si ferma con la mano sulla maniglia della porta, pensandoci-- se Sei avesse veramente voluto che qualcuno leggesse quella lettera, l'avrebbe messa in un posto dove fosse notata facilmente. Ma visto dove si trovava, probabilmente nessuno avrebbe mai trovato la lettera. Decide che Sei in realta' non voleva che fosse trovata, e non voleva nemmeno scriverla-- ma non poteva trattenersi. Aveva un incontrollabile bisogno di scrivere i suoi veri sentimenti, ma di nasconderli al mondo. Kira immagina che probabilmente non dovrebbe leggere la lettera, eppure -- se su tratta dei veri sentimenti di Sei, lei vuole sapere quali siano... Apre la lettera e incomincia a leggere...
Lettera di Sei: 29 Novembre, io oggi moriro'.
Probabilmente tutti si interrogheranno sulla mia morte. Tutti, tranne una persona.
**Flashback con Rei e Sei**

Sei : Guarda questa foto! Quest'uomo ci assomiglia molto, dove l'hai trovata?
Rei:   La mamma ha tradito il papa' con suo fratello minore [Akihiko].
Noi non siamo i veri figli di nostro padre.

**Fine flashback**
Lettera di Sei: Probabilmente Rei si dara' la colpa, pensando che siano state le sue parole a spingermi a questa decisione finale.
Ma in realta' le parole di Rei non mi hanno ferito. Perche' ero gia' a conoscenza del fatto che noi non fossimo i veri figli di papa'.
Gia', io sapevo da molto prima che Rei scoprisse la verita'.
[C'e' un nuovo flashback del momento in cui Sei in America, sente parlare i due parenti responsabili della loro educazione. Uno dei due propone l'idea di adottare soltanto Rei, sottolineando che i due gemelli non sono nemmeno veri figli di Kashino.]
Lettera di Sei: Anche se noi non siamo i veri figli, anche se Rei potrebbe essere adottato, non e' questo il problema. Il problema e' dentro di me.
Dentro di me vive un'entita' simile ad un mostro senza forma.
Quel mostro, per quanto rimanga calmo, continua a crescere sempre piu' dentro di me.
[Inizia un nuovo flashback: Sei, sempre in America, viene picchiato e offeso da alcuni bambini. Così arriva Rei con una pistola e gliela ficca in bocca al ragazzino che stava maltrattando suo fratello. Lo sguardo di Sei mentre ordina a Rei ''uccidi quel porco bianco'' e' terribile. Rei pero' si impietosisce e lascia stare il bambino che inizia a vomitare...]
Lettera di Sei: Forse e' iniziato allora.
Mi accorsi che dentro di me c'era una crudelta' di cui soltanto io ero a conoscenza.
In quel momento il mio cuore incomincio' a battere pazzamente. Se Rei avesse spaccato la testa di quel tipo, per me sarebbe stato come guardare uno spettacolo...
Spesso la gente dice cose come "rispetto per la vita".
Ma per me la vita di una persona non ha valore, per me le persone sono soltanto dei pezzi di carne che si muovono.
Non sono per niente belle.
Oltre a me stesso, io riconosco soltanto l'esistenza di Rei.
La crudelta' e la natura violenta di Rei mi hanno spinto ad essere gentile in modo anormale. Piu' violento era Rei, piu' io riuscivo a rendere la mia anima tranquilla.

**Flashback dei tempi delle medie**

Takemura chiama Sei per fermare Rei che sta picchiando un altro ragazzino.
Takemura:   Sei, e' grave: Rei...
Sei:   Rei fermatiii, ferma__

**Fine flashback**

Lettera di Sei: Tutto quello che devo fare e' piangere.
Piu' sono debole, piu' forte e' Rei.
E' come se, attraverso Rei, io divenga sempre piu' distruttivo,
e anche Rei probabilmente protegge qualcosa attraverso me!
E poi...
**Flashback**

Rei rivela a Sei che non sono i figli di Takayuki, pensando che Sei non lo sappia:
Rei:  Noi siamo i figli di una donna infedele.
**Fine flashback**

Lettera di Sei: Per la prima volta Rei si e' rivolto a me con una cattiva intenzione.
Rei si sta lentamente allontanando da me.
Fin dalla nascita siamo sempre stati assieme.
Poiche' avevo Rei, avevo anche un normale me stesso.
Così potevo essere un bambino buono...
Ho paura di me stesso.
Io non sono forte come Rei, con il coraggio di affrontare la realta', io sono veramente il suo opposto.
Così lascia -- prima che io mi autodistrugga -- che io metta la parola fine ora.
**Flashback**

Takemura vede Sei sul tetto della scuola, guardando Takemura andarsene, Sei sorride e pensa: "Presto, chiama Rei!"
**Fine flashback**
Lettera di Sei: Rei...
Anche se abbiamo lo stesso identico aspetto, non ci assomigliamo per niente, siamo proprio come il sole e la luna, le nostre nature sono diverse.
Se solo fossi forte come te...
... almeno permettimi di lasciare la ferita piu' grande sul tuo cuore.  
**Flashback**

Parole di Sei rivolte a Rei, prima di suicidarsi:
Sei:  Noi due saremo sempre insieme. Ti aspetto__Rei.  
**Fine flashback**
Lettera di Sei:  Vieni presto da me.  
Kira:  !
Ghh,u...un...   ..............
Questo e' Sei_____  
[Kira è talmente sconvolta che non riesce nemmeno a piangere.]  
[Intanto Rei continua a riflettere da solo davanti al ritratto della madre, ripensa alla sua morte prematura e hai ricordi che ha di lei. Incomincia a parlare ad alta voce rivolgendosi alla madre]
Rei:   I ricordi che ho di te non sono altro che il letto bianco e l'odore dei medicinali. Ogni settimana, andare a trovarti assieme a Sei era piacevole...
Era piacevole... ?
No__
Non e' così
Almeno per me, non era per niente piacevole.  
**Flashback**

Rei e Sei da piccoli nella stanza d'ospedale della madre:
Piccolo Rei:  Baasta!
Non ho piu' voglia di disegnaree  
Mamma di Rei:   Rei e Sei, non sembrate proprio dei fratelli gemelli! Sei ama disegnare, mentre a te non piace per niente.  
Piccolo Sei:  Mamma, a Rei piace correre fuori!  
Dottore [sorridendo]:  Rei, allora vorresti andare all'aperto
Stare in ospedale ti annoia, vero?  
Piccolo Rei:   Sì, perche' si arrabbiano se corro nei corridoi  
Dottore [ridendo]:  Ah ah, a te non manca mai l'energia__
Beh, vuoi andare fuori assieme al dottore?  
Piccolo Rei [sorridendo meravigliato]: Davvero?  
Rei: Eh?  
Immagini di Rei da piccolo e il dottore che corrono spensierati tenendosi per mano.

**Fine flashback**

**Flashback***

Dottore: Rei, le ferite mentali non sono il tipo di ferite che si possono guarire.
Piuttosto, devono essere risolte, superate.
**Fine flashback**

Rei:  Dottore.  
FINE DEL 12° VOLUME

BackScrivimi

This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Don't reproduce any of the texts, images and graphics that appear on this page without my permission.