YUKI Kaori 由貴 香織里

BACK

Kaori Yuki, nata il 18 Dicembre di un anno imprecisato a Tokyo, ha debuttato nel 1987 su "Hana to Yume" dell'Hakusensha, la rivista che a tutt'oggi continua a pubblicare i suoi lavori. Inizialmente la Yuki si dedica a racconti brevi e autoconclusivi, dove già mostra di prediligere tematiche "oscure": thriller giocati su drammi interiori, difficili situazioni familiari e amori proibiti, espressi da una grafica che alla cosiddetta "ariosità" degli shoujo manga contrappone campi neri e un fitto lavoro di retino. Nel 1992, col volume "Wasurerareta Juliet" (Giulietta dimenticata), dà inizio alla serie di Earl Cain, storie gotiche di mistero e veleni nell'Inghilterra tardo-vittoriana: composta di episodi autoconclusivi, la serie tratta le investigazioni del conte Cain, figlio dell'incesto e della follia, e della relazione tra lui e il fidato maggiordomo Riff. La saga prosegue in altri quattro volumi: "Shounen no Fukasuru Oto" (Il suono di un ragazzo che si schiude); "Kafka"; "Akai Hitsuji no Kokuin" (Il marchio dell'ariete rosso), quest'ultimo comprendente due volumi. La serie s'interrompe nel 1994 per fare spazio a quella che è destinata a diventare l'opera più famosa della Yuki: "Tenshi Kinryouku", pubblicato in Italia da Planet Manga col titolo internazionale di "Angel Sanctuary", si protrae in patria per ben 20 volumi dal 1995 al 2001. Dal manga, incentrato sull'incestuosa relazione che lega Setsuna Mudou, incarnazione dell'angelo organico Alexiel, alla sorella Sara, sono tratti una serie di OAV (edita in Italia da Dynamic), due libri d'illustrazioni ("Angel Cage", pubblicato anche in Italia per Planet, e "Lost Angel"), un numero imprecisato di drama-cd e gadgettistica varia. Parallelamente alle sue due serie principali, la Yuki ha trovato il tempo di realizzare racconti brevi raccolti in volumi autoconclusivi: nel 1993 escono così "Zankoku na Douwatachi" (Favole crudeli) e il fantasy Sareki Oukoku (Il Regno di Ghiaia); nel 1996 "Kaine, Die to Live no Endorphines" (Kaine, Endorphines della vita e della morte); nel 1998 il drammatico "Shounen Zanzou -Boy's Next Door" (Immagine postuma di ragazzo); nel 2001 il fantascientifico "Neji". L'aver terminato "Angel Sanctuary" nel 2001 dà modo alla Yuki di riprendere la saga del conte Cain che, col titolo "God Child", prosegue in Giappone fino all'ottavo volume, figurando sempre tra gli shoujo più venduti in patria. In Italia la saga del conte Cain viene pubblicata da Planet Manga. Nel 2005 cura la caratterizazione dei personaggi per "Meine Liebe", serie di Rei Izawa tratta dall'omonimo videogioco. Dal 2011 è impegnata con una nuova serie, "Iiki no Ki", un titolo d'azione e mistero in linea con la sua produzione precedente.


Opere recensite dallo SMO:
Neji
Gravel Kingdom
Favole Crudeli
Shounen Zanzou
Angel Sanctuary
God Child
Bloodhound
Ludwig
Zero il maestro dei profumi
Fairy cube
Orchestre Royal des Guignols
Iiki no ki

LINKS
Niwa no yuki - Kaori Yuki Italian Fansite
Pagina dedicata a Kaori Yuki da Neko*Bonbon
Il forum italiano su Kaori Yuki

BIBLIOGRAFIA:

-Kaine (1988)
-Hakushaku Cain Series (1992)
-Neji (1992)
-Gravel Kingdom - Sareki Oukoku (1993)
-Favole crudeli - Zankoku na Douwatachi (1993)
-Tenshi Kinryouku (1995)
-Angel Sanctuary (1997)
-Shounen Zanzou (1998)
-God Child (2001)
-Bloodhound (2003)
-Ludwig - Ludwig Kakumei (2004)
-Zero il maestro dei profumi - 0 no Soukoushi (2004)
-Psycho Knocker (2005)
-Fairy Cube (2005)
-Camelot Garden (2008)
-Orchestre Royal des Guignols - Ningyou Kyuutei Gakudan (2008)
-Iiki no Ki (2010)
 




This page is part of Shoujo Manga Outline | Disclaimers | FAQ