TAKEMIYA KEIKO -OPERE

BACK

A cura di Emy

Il catalogo delle opere della Takemiya, così come quello delle altre esponenti del "Gruppo 24", oltre che eterogeneo, è praticamente infinito. Anche se incompleto, questo catalogo raccoglie comunque la maggior parte della sua produzione nonché la più rappresentativa. Le date riferiscono alla data d'uscita del primo numero della prima edizione di ogni singolo titolo. Va da sé che ognuno di questi titoli è stato ristampato più volte, in Giappone, e che le ristampe sono ben più numerose di quelle riportate nel catalogo. Data la vastità della produzione dell'autrice, un'edizione italiana sarebbe auspicabile soprattutto per i titoli pubblicati negli anni '70, quelli per cui la Takemiya è diventata famosa ("Kaze to ki no uta" e "Natsu e no tobira" in primis). Il resto può essere considerato only for fans (con qualche eccezione, come "Terra e").
Nota: lo "Shoujo Manga Outline" segue in genere la translitterazione Kunrei, in base alla quale "Shogakukan", ad esempio, si trascrive come "Shougakukan", ma in questa pagina per comodità si segue il sistema Hepburn ("Shogakukan").
Ringrazio Marianeve che oltre a fornirmi alcune informazioni comprese in questa pagina, ha anche donato le scans delle cover di "Pharaoh no Haka", del primo volume del Poema, di "Spanish Harem", "5.00 PM Revolution" e "Glass no meiro" che potete vedere in questa pagina. 

PHARAOH NO HAKA (La tomba del faraone)
Shogakukan (Flower Comics); 1975-6; 8 volumi.
Ristampa Shogakukan 1997; 3 volumi.
Un'opera inquadrabile nel genere "avventura", caratterizzata da un frenetico ritmo d'azione e da una grafica non ancora nel pieno delle sue potenzialità, dove fortissima è l'influenza di Tezuka. Nell'antico Egitto, in un anno imprecisato, il giovane erede al trono Sariokys, spodestato dal crudele Sunephyr, è costretto a separarsi dalla sorella Nairukia. Dopo una triste serie di vicissitudini (sarà anche costretto ai lavori forzati accanto agli schiavi utilizzati per la costruzione delle piramidi), riuscirà a ritrovare sua sorella nel seguito del faraone, spingendola però involontariamente al suicidio… Sariokys, ucciso Sunephyr, diverrà il legittimo faraone d'Egitto.

GLASS NO MEIRO (Labirinto di vetro)
Shogakukan (Flower Comics); 1976; 1 volume.
Raccolta di quattro racconti autoconclusivi i cui argomenti trattano tematiche inquadrabili nel mistery e nel dramma umano. Il terzo racconto, incentrato sulla relazione tra un ragazzo e una donna sposata, è una sorta di prova generale per "Natsu e no tobira".

 

NATSU E NO TOBIRA (La porta per l'estate)
Hakusensha; 1976; 1 volume.
Ristampa Kodansha 2000; 1 volume.
Serializzato su "Hana to Yume" poco prima che su "Weekly Shojo Comic" venisse pubblicato il "Kaze to ki no uta", nel 1976: è un intenso dramma, dai tragici risvolti narrativi. Ambientato in un collegio francese, sul finire dell'800: il giovane studente Marion allaccia una relazione con la più matura Sara, scatenando la gelosia di un suo coetaneo, segretamente innamorato di lui. "Natsu e no tobira" a conti fatti risulta ancora lontano dal "Kaze to ki no uta", nonostante sia stato realizzato quasi parallelamente a quest'ultimo: i blandi elementi shonen ai sono infatti solamente accennati, anche se hanno gran peso nella storia. Capitale nella storia dell'animazione shonen ai, invece, è l'omonima (bellissima) versione animata, risalente al 1981. Per saperne di più consulta la sezione dello SMO dedicata a questo titolo.

Per saperne di più, visita la sezione dello SMO dedicata a questo titolo!

RONDÒ CAPRICCIOSO (Id.)
Asahi Sonorama; 1976-77; 2 volumi.
Ristampa Kodansha 2000; 2 volumi.
Un'opera drammatica che ruota attorno a due fratelli: Albert e Nicol, entrambi eccellenti pattinatori su ghiaccio. Il biondo Nicol dei due è il più piccolo e il più bravo, tanto che Albert non può fare a meno di invidiarlo e di nutrire per lui sentimenti poco fraterni. In seguito a un incidente, i genitori dei due fratelli muoiono e Nicol rimane cieco. Da allora vive da solo, in compagnia della governante, in attesa delle visite del fratello… ma, con gran sorpresa di Albert, Nicol non ha mai smesso, nemmeno così menomato, di pattinare… è l'inizio di un toccante dramma umano, supportato purtroppo da una grafica che -nella raffigurazione degli esercizi dei pattinatori- risulta non al meglio nella sua sperimentazione. Quest'opera ha ispirato "Kanon" di Chiho Saito.

ANDROMEDA STORIES (Id.)
Asahi Sonorama; 1976; 3 volumi.
Ristampa Kodansha 1999; 3 volumi.
Tratto dal romanzo di Mitsuse Ryu, cui va attribuita anche la storia originale di "Hyakuoku no Hiru to Senoku no Yoru" (Bilioni di giorni e trilioni di notti), trasposto in manga da Moto Hagio. Ambientata nella galassia di Andromeda, è la storia di due gemelli, eredi al trono ma separati dalla nascita: i due si ritrovano, una volta cresciuti, ma vengono divisi dalle lotte per il potere che coinvolgono personaggi sempre più numerosi. I gemelli finiranno con l'abbandonare il loro pianeta ormai morente come unici superstiti, per poi arrivare sulla Terra: i loro corpi daranno luogo alle prime cellule organiche, dando di fatto origine alla vita sul nostro pianeta. Una trama affascinante, che in Italia è nota grazie all'omonima versione animata resa disponibile da Yamato Video. Una curiosità: questo titolo, stampato sia su rivista per ragazze che per ragazzi, è difficilmente classificabile come shonen o shojo.Il fumetto è stato pubblicato in America dalla Vertical in tre volumi.

SILVESTER NO HOSHI KARA (Dalla stella di Silvester)
Asahi Sonorama; 1976; 1 volume.
Un volume unico che raccoglie episodi autoconclusivi a soggetto fantascientifico.



 
KAZE TO KI NO UTA (Il poema del vento e degli alberi)
Shogakukan (Flower Comics); 1977-1984; 17 volumi.
Ristampa Chuo-koronsha 1993; 4 volumi.
Ristampa Hakusensha 1995; 10 volumi.
Con quest'opera la Takemiya ha firmato il suo capolavoro: un manga "nero", estremo nella sua spietata crudezza, raffinato nella sua esasperata sensualità, considerato il progenitore dello shonen ai, vincitore nel 1980 dello Shogakukan Manga Award. Ambientato in un collegio francese, verso la fine dell'800: il giovane Serge Batour prende a frequentare il collegio Lacombrade per seguire la volontà paterna. Qui incontra il bellissimo Gilbert Cocteau, disprezzato dai compagni, che ne conoscono le discutibili abitudini…

Per saperne di più, visita la sezione dello SMO dedicata a questo titolo!

HENSOKYOKU (Variazione)
Asahi Sonorama (Sun Comics); 1980; 3 volumi.
Ristampa Chuokoron-sha; 1995; 1 volume.
Da un soggetto originale di Norie Masuyama, è la storia del rapporto tra due musicisti: Wolfgang Rechter ed Edoard Soltie, ma più che sulla storia il fumetto punta sulla sceneggiatura sperimentale, narrando e rinarrando gli stessi avvenimenti da differenti punti di vista e presentando variazioni in piccoli particolari.

Per saperne di più, visita la sezione dello SMO dedicata a questo titolo!

TERRA E (Verso la Terra)
Asahi Sonorama; 1980; 5 volumi.
Ristampa Chuokoron-sha 1995; 3 volumi.
Pubblicato sulla rivista "Manga shonen", è uno shonen manga ed è considerato il miglior titolo di fantascienza di quest'autrice. In un futuro remoto, gli esseri umani, a causa dell'inquinamento terrestre, sono stati costretti ad emigrare su pianeti lontani dal loro luogo d'origine. In uno di questi pianeti, Atarakusha (trascrizione del greco Ataraxia: "mancanza di perturbazione"), vige una società dominata da un grande computer centrale, che detiene il controllo assoluto sulla vita dei cittadini: i bambini nascono in provetta, vengono affidati a famiglie scelte dal computer fino ai quattordici anni, quando viene loro cancellata la memoria ed ogni possibile residuo legame affettivo. Ed ecco che nasce la razza dei Mu, una nuova specie dotata di forti poteri mentali, ma di scarsa costituzione fisica. I Mu sono duramente soppressi, dopo essere stati individuati per mezzo di un esame esper: tra questi, però, ignaro di appartenere alla nuova razza, c'è Jomy, l'unico Mu ad avere le doti della nuova razza senza averne le limitazioni fisiche. Identificato come Mu, Jomy è condannato a morte, ma viene liberato e accolto in una nave spaziale: è l'inizio di un viaggio che ha come destinazione l'antica patria, la Terra. La Takemiya ha dichiarato (a pag. 3 dell'anime comic di "Terra e"- primo volume) che in questa storia voleva esprimere questo messaggio: "la vita si accompagna con la lotta, la vita ed il diritto all'amore sono stati egualmente dati ad ogni essere nell'universo. Quanto di questo significato verrà scoperto, dipende dal lettore. Per favore, cerca più significati che puoi. Solleva più domande che puoi. Dico questo perché il pensiero è generatore di energia giovane". La storia è forse ispirata al classico di s-f "Slan" di Van Vogt. Il film animato di "Terra e" è diretto nel 1980 da Hido Onchi. Il fumetto è stato pubblicato in America dalla Vertical in tre volumi.

IZARON DENSETSU (La leggenda di Izaron)
Shogakukan (Flower Comics); 1982-7; 12 volumi.
Ristampa Chuokoron-sha 1997; 8 volumi.
Un intrigante manga ricco d'azione e magia, creature fantastiche e luoghi esotici, dove risultano assenti le tematiche shonen ai. Al centro della trama troviamo i due eredi al trono del regno di Izaron: Teiokia e Rukishu, che, pur essendo uniti nell'infanzia, vengono separati a causa degli interessi politici dei cortigiani. I due protagonisti sono dotati di poteri misteriosi e affascinanti: Teiokia (che vedete ritratto nella copertina), in particolare, ha la singolare caratteristica di poter cambiare sesso, non nel senso che prima è donna e poi è uomo, però. La Takemiya ha infatti dichiarato (in un'intervista rilasciata per "Living in a gender-equal society", Graph publication) che "non è un personaggio neutrale, cioè né uomo né donna, ma una persona in cui coesistono entrambi i sessi nello stesso tempo. Il suo scopo non è decidere di quale sesso essere, bensì capire come vivere essendo se stessi". La grafica, nei primi volumi inquadrabile nell'ambito di un decoroso mestiere, si va man mano impoverendo col progredire della serie.

5:00 PM REVOLUTION (Id.)
Kadokawa Shoten (Asuka Comics); 1987-8; 5 volumi.
Commedia che ruota attorno alla passione per la danza e la musica del giovane Rin.
 

WATASHI WO TSUKI MADE TSURETETTE!
(Portami fino alla luna!)
Kadokawa Shoten; 1988-9 ; 6 volumi.
Una divertente space comedy, che focalizza l'amore che nasce tra Dan e Nina, rispettivamente un maturo viaggiatore dello spazio e una giovanissima esper. Nel manga è anche presente un curioso personaggio: Oyae-san, che, dopo aver conseguito numerose specializzazioni, sceglie di diventare una… domestica professionista. Gli episodi sono autoconclusivi e -anche se non ci sono scene esplicite tra i due- la relazione tra i due protagonisti è dichiaratamente amorosa, il che ha conferito all'opera un certo odore di scandalo. Il titolo riferisce tra l'altro alla canzone "Fly me to the moon" ascoltata dai due protagonisti, la stessa che anni dopo sarà utilizzata come ending della serie-culto Evangelion!

SPANISH HAREM (Id.)
Kadokawa Shoten (Asuka Comics); 1989-90; 6 volumi.

 

TENMA NO KETSUZOKU (Il clan del cavallo celeste)
Kadokawa Shoten (Asuka Comics); 1992-2000; 24 volumi.
Serializzato sul magazine Asuka, dove viene pubblicato "X" delle Clamp. Quest'opera, nota anche col sottotitolo di "Crystal Lord Opera", è un romanzo fantastorico, ambientato in Mongolia: attraverso una trama ricchissima di azione e di mistero, di magia e di battaglie, si sviluppa la lotta per il potere tra i principi Ismael e Olsbolt. Al servizio di quest'ultimo v'è la bionda e coraggiosa Altojin, abile leader della sua tribù per la sua arte di usare il "ki", l'energia spirituale…. La trama è avvincente e la documentazione è come al solito eccellente e minuziosa (pare che la Takemiya si sia recata di persona nei luoghi in cui è ambientato il manga), mentre la grafica esibisce un tratto sempre più sottile e meno corposo. Le tavole -insolitamente ariose per l'autrice- impongono un ritmo narrativo veloce. Il numero dei volumi destina comunque l'opera ai fan dell'autrice.

KURENAI NIO (Il profumo del cremisi)
Shogakukan; 1994-5; 3 volumi.
In seguito alla Prima Guerra Mondiale, fino all'anno '45, le armate nipponiche occuparono gran parte della Cina. All'occupazione non parteciparono solo i militari, ma anche civili giapponesi, tra cui geishe: è appunto su queste ultime che viene puntato l'obiettivo.
 

HERMES NO MICHI (La strada di Hermès)
Chuokoron-sha; 1997; 1 volume.
Thierry Hermès è il fondatore della compagnia che ancora oggi è condotta dai discendenti della sua famiglia: in origine venne fondata nella metà dell'800 come negozio per la vendita di selle da cavallo, poi successivamente divenne una ditta specializzata in abbigliamento.
Particolarmente famosa, a questo proposito, è la sciarpa di seta che divenne accessorio utilizzato dalle donne emancipate negli anni '20. Questo volume racconta appunto la storia della compagnia artigianale Hermès attraverso un secolo e mezzo di storia, lanciando uno sguardo ai proprietari della compagnia, alla loro discendenza, all'evoluzione della moda e del costume, con uno strano effetto-collage finale. Estremamente dettagliata la documentazione storica che però fa apparire il volume più un catalogo illustrato che un vero e proprio fumetto. Only for Takemiya fans.

HEIAN JORURI MONOGATARI
Shogakukan (Petit Flower Comics); 1999; 1 volume.
Storia intensa e drammatica tra un giovane samurai e il suo sottoposto, che, innamorato dell'efebico padrone, finirà con l'ucciderlo. Le raffigurazioni delle scene di sesso sono alquanto esplicite, insolite per l'autrice che in genere ripiega su scelte espressive meno disturbanti.
 


Page online since 24-01-01, last up 30-07-09.


This page is part of Shoujo Manga Outline | Disclaimers | FAQ