TADATSU YOUKO  忠津陽子

BACK

Elbe no OukanNegli anni '70, accanto al famoso Gruppo 24, esordì un altro gruppo di autrici, che potremmo chiamare per *nostra* comodità gruppo di Hokkaidou. Tutte erano infatti originarie di Hokkaidou, e si trasferirono nella capitale con la precisa intenzione di diventare professioniste nel campo dei manga, senza sapere che i loro nomi erano destinati a diventare presto famosissimi: Yumiko Igarashi, Youko Tadatsu, Waki Yamato. Gli shoujo di queste tre autrici, a differenza delle loro colleghe del Gruppo 24, si muovono su un solco tradizionale, rivolgendosi in genere (ma non è sempre così -ndr) a un pubblico di adolescenti: questo -sia chiaro- non va a loro discapito, in quanto ognuna di loro ha saputo esprimere -grazie a trame di ottima qualità e personaggi tutto fuorché banali- motivi autentici e originali, contribuendo sensibilmente alla popolarità crescente degli shoujo manga, tanto che ancora oggi sono tra le autrici più amate e ricordate, in Giappone.

Grandi e profondi occhi azzurri, capelli biondi che si raccolgono in preziosi boccoli. E' proprio così che ancora molti di noi si figurano la classica eroina da shoujo manga, non è vero? Ma -come sanno i visitatori dello Shoujo Manga Outline- questo è solo *uno* dei tanti stilemi degli shoujo. Già negli anni '70, infatti, esistevano autrici dai tratti più disparati, come la Ooshima, la Hagio, la Yamagishi e la Takemiya. A differenza di queste ultime, Youko Tadatsu, anche lei membro del "gruppo di Hokkaidou", adotta lo stile che noi ancora identifichiamo come tipico di questo tipo di produzione. Stile che negli anni '70 era senz'altro molto popolare tra gli shoujo manga (ma lontanissimo -ribadisco- dall'essere l'*unico stile*), e che oggi, naturalmente, è considerato obsoleto. Pochissime le informazioni su questa autrice: è nata il 25 Gennaio di un anno che non vuole rivelare, ha debuttato nel 1967 su Bessatsu Margaret. Amica e coetanea di Yumiko Igarashi e Waki Yamato, divenne subito popolarissima, grazie a storie e disegni di stampo tradizionale: ancora oggi è ricordata con affetto in Giappone. L'ambientazione delle sue storie in genere è occidentale, il suo stile grafico si è evoluto nel corso del tempo senza snaturarsi mai. Qui vicino potete vedere la cover di uno dei suoi titoli, che risale al 1979.


 
 

BIBLIOGRAFIA

Atsumare Seishun! (1968)
Okane Tamemasu (1970)
Hello! Ouji-sama (1972)
Milly tadaima sanjou! (1972)
Elbe no Oukan (1975)


Page online since 04-02-01, last up 30-07-09.


This page is part of Shoujo Manga Outline | Disclaimers | FAQ